Disturbi Bipolari e Psicoterapia

“Disturbi Bipolari e Psicoterapia”

Juan Luis Linares, Carmen Campo, José A. Soriano: Il disturbo bipolare in una prospettiva sistemica
Antonio Onofri, Ludovica Bedeschi, Lucio D’Alessandris, Giuseppe Luci: La terapia dei disturbi bipolari. EMDR e interventi cognitivi individuali, familiari e psicoeducazionali di gruppo Marco Zanassi: Psicoterapia del disturbo bipolare

Ultima modifica il Mercoledì, 04 Giugno 2014 07:40

Visite: 2294

Leggi tutto...

Errori in Psicoterapia

Alfredo Canevaro: Drop-out e fallimento terapeutico sono la stessa cosa?


Armando Cotugno, Walter Sapuppo: L’errore in psicoterapia.
Una prospettiva tracontrol-mastery theory e cognitivismo evoluzionista

Ultima modifica il Giovedì, 13 Novembre 2014 13:58

Visite: 2620

Leggi tutto...

Fattori di rischio psicoemotivi

Fattori di rischio psicoemotivi nell’esordio e decorso del cancro. Elementi cognitivi degli approcci psicoterapici orientati al di stress e al trauma.

Liuva Capezzani, Fabrizio Franchi, Mariella Galli.
Un approccio sistemico in psiconcologia. Il paziente, la coppia, la famiglia

 

> Scarica il pdf

 

Ultima modifica il Venerdì, 10 Gennaio 2014 10:36

Visite: 1

Pensare la mente del padre

Psicoterapia Cognitiva orientata dalla Teoria dell’Attaccamento e approccio EMDR: un caso clinico di Disturbo Ossessivo Compulsivo.

Antonio Onofri Medico Psichiatra. Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura Ospedale S. Spirito in Sassia, Roma.

Didatta della Società Italiana di Terapia Cognitiva e Comportamentale (SITCC).
Supervisore EMDR e Vicepresidente della Associazione EMDR Italia.
Socio Fondatore della Società Italiana per lo Studio dello Stress Traumatico.
Centro Clinico de Sanctis di Psichiatria e Psicoterapia, via F. de Sanctis 9, Roma – tel. 06.97614021 www.antonioonofri.it

> Scarica il pdf

Ultima modifica il Venerdì, 10 Gennaio 2014 10:37

Visite: 5

PENSARE LA MENTE

Emdr e Psicoterapia Cognitivo-Evoluzionista

Antonio Onofri e
Lucia Tombolini Psichiatri


Didatti della Società Italiana di Terapia Cognitiva e Comportamentale (SITCC)
Docenti della Associazione per la  Ricerca sulla Psicopatologia dell’Attaccamento e dello Sviluppo (ARPAS)
Membri della Associazione Italiana per l’EMDR

Introduzione

In una terapia cognitivo-evoluzionista vengono utilizzate molte tecniche derivate dal comportamentismo o dal cognitivismo classico di Beck (Beck, Rush, Shaw, Emery, 1979); per citare alcune tra le più usate pensiamo agli esercizi di esposizione graduale alle situazioni temute nel caso dei disturbi fobici, ai diari di auto-osservazione, o all’impostazione del dialogo sul modello socratico. La strategia terapeutica globale all’interno della quale trovano spazio queste tecniche presenta tuttavia delle particolarità legate al modello cognitivo-evoluzionista, che illustreremo nella prima pare del nostro lavoro; in seguito, attraverso delle esemplificazioni cliniche, parleremo di  come è possibile per noi affidare un ruolo privilegiato all’EMDR soprattutto in quei casi in cui non c’è l’indicazione per - o risulterebbero inefficaci - modalità di comprensione del disagio psichico  basate prevalentemente sul dialogo. Ci riferiamo cioè  alle  situazioni cliniche nelle quali l’esplorazione congiunta del paziente e del terapeuta si blocca per la scarsa capacità  del paziente di riflettere sui propri contenuti mentali e per l’assenza del linguaggio interiore. In queste circostanze, come vedremo meglio in seguito, l’EMDR permette da una parte l’elaborazione degli episodi traumatici, dall’altra - a partire dalla ricostruzione delle interazioni - facilita  la riflessione congiunta della coppia terapeutica sul livello delle rappresentazioni, migliorando cioè quella che viene chiamata capacità metacognitiva

Ultima modifica il Venerdì, 10 Gennaio 2014 10:38

Visite: 1812

Leggi tutto...

EMDR per l'elaborazione degli eventi traumatici

L'articolo è stato recentemente pubblicato sull'ultimo numero della rivista ClubMedici News

Nel vivere conflitti armati, guerre, disastri, persecuzione o anche emigrazione forzata, sia bambini che adulti corrono un alto rischio di sviluppare un disturbo postraumatico da stress (PTSD) e altre ferite di natura psicologica. Quindi, uno dei temi centrali della conferenza di quest’anno riguarda il ruolo dell’EMDR nei progetti umanitari e la sua capacità di avere un impatto positivo sulle comunità che hanno attraversato delle esperienze traumatiche.

Ultima modifica il Venerdì, 10 Gennaio 2014 10:39

Visite: 2395

Leggi tutto...

RELAZIONI PRECOCI E RELAZIONI TERAPEUTICHE: LE FRATTURE

Relazioni TerapeuticheIl modello interpersonale nel cognitivismo clinico come, da tempo accade anche nella psicoanalisi, considera  la mente, la personalità e quindi la psicoterapia come realtà fortemente influenzate dai processi interattivi.

Sembrano quindi oramai molto lontane le affermazioni di Mahoney quando criticava la terapia cognitiva standard  e sottolineava la visione ristretta della relazione terapeutica che  “   … poneva con eccessiva enfasi gli aspetti normativi e pedagogici rischiando così di oscurare la complessità degli eventi relazionali che avvengono in psicoterapia e così anche il ruolo del processo terapeutico….” ( Semerari,2000)

Ultima modifica il Venerdì, 10 Gennaio 2014 10:40

Visite: 1666

Leggi tutto...

L’incontro con la teoria dell’attaccamento e la svolta relazionale della psicoterapia cognitiva

Durante un’intervista rilasciata pochi mesi prima di morire John Bowlby rispose così a una domanda sui  rapporti tra teoria dell’attaccamento, psicoanalisi e terapia cognitiva: «Io penso che queste etichette siano piuttosto forvianti perché in realtà la psicoterapia cognitiva che Liotti rappresenta e la terapia psicoanalitica che io rappresento convergono» (Bowlby, 1990, 167, trad. nostra).

Ultima modifica il Venerdì, 10 Gennaio 2014 10:41

Visite: 1979

Leggi tutto...

DIMENSIONE DISSOCIATIVA E TRAUMA DELLO SVILUPPO

Dissociazione in psicopatologia e un termine che indica sia la categoria diagnostica dei Disturbi Dissociativi, sia i sintomi dissociativi della coscienza, sia alcuni processi psicopatogenetici causati da esperienze traumatiche che interferiscono con l'integrazione delle funzioni psichiche.

Ultima modifica il Giovedì, 09 Gennaio 2014 11:42

Visite: 1934

Leggi tutto...

TWO THERAPISTS FOR ONE PATIENT: THE ATTACHMENT THEORY AS A FRAMEWORK FOR CO-THERAPIES IN BORDERLINE PATIENTS TREATMENTS

Treatments in multiple settings are very common in the management of borderline personality disorder (BPD).
The potential of multiple setting treatment is such that it is recognised in the American Psychiatric Association's proposed treatment guidelines for BPD.
The general consensus of clinicians on the importance of using different therapists and different settings simultaneously in treating patients with BPD is not supported by a unifying theoretical model explaining the specific effects of multiple therapist-multi-setting approach in treating BPD.

Ultima modifica il Venerdì, 10 Gennaio 2014 10:42

Visite: 1598

Leggi tutto...

CRITICAL ANALYSIS OF THE CURRENT TREATMENT GUIDELINES FOR CPTSD (De Jongh et al., 2016)

Articolo appena pubblicato su Depression and Anxiety, riguardante la terapia del cosiddetto Complex PTSD 

 

Ultima modifica il Mercoledì, 10 Febbraio 2016 08:21

Visite: 594

Leggi tutto...

Rivista Psicobiettivo

CONFRONTO
Rappresentazioni in psicoterapia

La resilienza nella psicoterapia cognitiva
di Paola Castelli Gattinara, Rita Russo

Promuovere la resilienza “individuale-sistemica”: un modello a sei fasi
di Matteo Selvini, Anna Maria Sorrentino, Maria Chiara Gritti

Ultima modifica il Venerdì, 10 Gennaio 2014 10:45

Visite: 3734

Leggi tutto...

Rivista di Psichiatria

Introduzione al Supplemento sull’EMDR

ANTONIO ONOFRI
VicePresidente della Associazione Italiana per l’EMDR


La pubblicazione di questo Supplemento della Rivista di Psichiatria dedicato a “EMDR in Psichiatria” rappresenta un’importante occasione di diffusione e conoscenza di un approccio terapeutico che rappresenta senz’altro una delle maggiori novità apparse nel panorama scientifico della psicoterapia negli ultimi venti anni.

Ultima modifica il Venerdì, 10 Gennaio 2014 10:46

Visite: 3656

Leggi tutto...

La psicoterapia dei disturbi dissociativi: dalle tecniche cognitivo-comportamentali all'approccio EMDR

Giuseppe Miti* e Antonio Onofri**

* Psichiatra, Psicoterapeuta SITCC, Operatore EMDR, Docente ARPAS, Responsabile dell'ambulatorio per la psicoterapia breve del Disturbo Post-traumatico da Stress del Servizio Psichiatrico dell'Ospedale San Camillo-Forlanini in Roma, Membro dell'ISST-D e dell'ESTD.

** Psichiatra, Titolare dell'Ambulatorio per lo Studio e il Trattamento dei Disturbi da Stress Post-Traumatico del Servizio Psichiatrico dell'Ospedale Santo Spirito in Saxia di Roma,
Psicoterapeuta Didatta della SITCC, Supervisore EMDR, VicePresidente della Associazione Italiana per l'EMDR, Socio Fondatore e Membro del Direttivo della SISST, Docente ARPAS, Centro Clinico De Sanctis di Psichiatria e Psicoterapia.

Ultima modifica il Venerdì, 10 Gennaio 2014 10:48

Visite: 2287

Leggi tutto...

CENTRO CLINICO DE SANCTIS Sede Legale: Viale XXI Aprile 15, 00162 Roma | Sede operativa Via F. De Sanctis 9, 00195 Roma p.Iva 09322031007
Tel: 06.97614021 / 4986/5103 | Informativa estesa cookies
Sito: www.centroclinicodesanctis.it | Email: info@centroclinicodesanctis.it sito joomla realizzato da Pensare Web

Login or Register

LOG IN