EMDR: uno strumento di dialogo fra le psicoterapie


Di: Marina Balbo (a cura di)
Collana: Psicologia

DESCRIZIONE

Negli ultimi anni, con l’affermarsi dell’EMDR (Eye Movement Desensitization Reprocessing) come approccio terapeutico consolidato, sono stati formati nel mondo più di 80.000 terapeuti di matrice psicoterapeutica diversa, 1600 soltanto in Italia. Un così ampio interesse per questo metodo potrebbe far rilevare che proprio nell’EMDR i terapeuti, seppure di differente formazione, abbiano ricercato e intravisto uno strumento per poter avviare un dialogo, costruttivo e non soltanto oppositivo, iniziando a considerare la patologia attraverso un nuovo e integrante punto di vista.


Il paradigma dell’Elaborazione Adattiva dell’Informazione messo a punto da Francine Shapiro parte dal presupposto che i fenomeni patologici dipendono da esperienze disturbanti del passato che avviano un modello permanente di emozioni, cognizioni, comportamenti e le strutture di identità che ne conseguono. Il paradigma, pertanto, offre una teoria unificante che può essere considerata come substrato per tutti gli orientamenti terapeutici quando si definisce la patologia come informazione immagazzinata in modo disfunzionale e che può essere adeguatamente integrata attraverso un sistema di elaborazione e risoluzione adattiva, attivato attraverso il protocollo EMDR.
Questo è il primo testo che affronti il tema assai vivo e di attualità dell’integrazione fra i diversi orientamenti psicoterapeutici attraverso un metodo eclettico quale l’EMDR. I contributi degli autori - rappresentanti delle principali scuole di pensiero attualmente presenti nel mondo della psicoterapia italiana - tracciano un percorso di lettura che dimostra come i costrutti teorici e il protocollo EMDR siano compatibili ed efficacemente integrabili con i maggiori nuclei teorici, tradizionali e innovativi. E sono proprio l’elaborazione dei vissuti e i nuovi e più adattivi insight dei pazienti che si attivano attraverso l’approccio EMDR a poter consentire ai terapeuti di capirsi e di utilizzare un linguaggio comune .

INDICE
Autori
Presentazioni
Prefazione
Ringraziamenti
1) Integrazioni ed eclettismo in psicoterapia
2) EMDR: un approccio integrato e integrante
3) EMDR e psicoterapia psicodinamica
4) Un processo creativo di nuove sintesi. EMDR e analisi junghiana
5) EMDR e psicoterapia ipnotica
6) L’applicazione dell’EMDR nell’approccio della Psicoterapia della Gestalt
7) La terapia centrata sulla persona e l’EMDR
8) EMDR e terapia del comportamento
9) EMDR e psicoterapia cognitivo-comportamentale: quale integrazione?
10) Pensare la mente. EMDR e psicoterapia cognitivo-evoluzionista
11) La terapia basata sull’Adaptive Information Processing e la terapia familiare sistemica. Dalla compatibilità teorica all’integrazione operativa
12) EMDR e mindfulness: un ponte terapeutico tra passato e presente
13) EMDR e intervento farmacologico
Bibliografia

GLI AUTORI
Marina Balbo: è Direttore del Centro Studi e Ricerca "Victor Meyer" di Asti dove svolge attività di psicoterapeuta. Docente e supervisore dell’Associazione Italiana di Analisi e Modificazione del Comportamento e di Terapia Comportamentale e Cognitiva (AIAMC) e membro di varie associazioni scientifiche nazionali e internazionali, opera, oltre che in campo clinico, anche nel campo scolastico e della ricerca. Ha collaborato a scopi di ricerca con l’Istituto di Psicologia - Facoltà Medica di Milano, l’Università della Calabria e varie istituzioni scolastiche. Nell’ambito dell’Associazione Italiana per l’EMDR attualmente è membro del Consiglio Direttivo Nazionale, responsabile dell’area training standard, supervisore e co-trainer.

 

CENTRO CLINICO DE SANCTIS Sede Legale: Viale XXI Aprile 15, 00162 Roma | Sede operativa Via F. De Sanctis 9, 00195 Roma p.Iva 09322031007
Tel: 06.97614021 / 4986/5103 | Informativa estesa cookies
Sito: www.centroclinicodesanctis.it | Email: info@centroclinicodesanctis.it sito joomla realizzato da Pensare Web

Login or Register

LOG IN